Peugeot 205

Nel 1988 arrivò una nuova versione sportiva: prendendo a prestito la livrea bianca della 205 T16, ecco arrivare la 205 Rallye, dotata di un motore da 1.3 litri di cilindrata, alimentato a carburatori ed in grado di erogare 103 CV di potenza massima, i quali, uniti al peso ridotto della vettura (l'allestimento era molto spartano e ridotto all'osso per contenere i pesi), permetteva alla vettura di spuntare prestazioni in grado di surclassare vetture di fascia superiore. Tale vettura si impose pertanto come uno dei punti di riferimento in fatto di scatto e ripresa, tanto che fu impiegata ufficialmente come base per le competizioni in Gruppo N e Gruppo A. Il successo maggiore si ebbe tra i giovani, presso i quali divenne una valida alternativa alle GTI, più complete ma anche più costose. Nello stesso anno, la 205 XRA vide l'arrivo del motore 1.4 TU da 70 CV, lo stesso montato nel resto della gamma 205. Sempre nel 1988, la 205 CJ (cabriolet Junior) sostituì la 205 CT, a differenza della quale riprendeva il motore da 1.4 litri con potenza di 65 CV, quello con carburatore mono corpo utilizzato sulle 205 1.4 più tranquille. In questo modo, proponendo una versione più semplificata della cabriolet, si voleva dare la possibilità ad una fascia più ampia di clientela di entrare nel mondo delle cabriolet, anche se a scapito di diversi cavalli vapore in meno.

Peugeot 205 1.3 Rally

Titolo

Aggiungi un testo! Potrai aggiungerne altri, spostarli, copiare o cancellarli.

 

 

Titolo

Aggiungi un testo! Potrai aggiungerne altri, spostarli, copiare o cancellarli.

 

 

Titolo

Aggiungi un testo! Potrai aggiungerne altri, spostarli, copiare o cancellarli.