Pontiac GTO

La Pontiac GTO è un'automobile prodotta dal 1964 al 1974 dalla casa automobilistica statunitense Pontiac in versione coupé e cabriolet. Viene spesso considerata come la prima vera "muscle car".Il nome, che è stata un'idea di John DeLorean, è ispirato alla Ferrari 250 GTO. Si tratta di dell'abbreviazione della nomenclatura Gran Turismo Omologato, che significa "certificata per correre nella classe granturismo".All'inizio del 1963, la direzione della General Motors bandì le divisioni dal coinvolgimento nelle corse automobilistiche. Ciò seguì il divieto volontario del 1957 per le corse automobilistiche che fu istituito dall'Associazione dei costruttori di automobili. [5] Agli inizi degli anni '60, l'approccio pubblicitario e di marketing di Pontiac era fortemente basato sulle prestazioni. Con il divieto di GM sulle corse sponsorizzate dalla fabbrica, i dirigenti della Pontiac iniziarono a dare risalto alle prestazioni della strada. Nella sua autobiografia Glory Days, il direttore marketing del capo di Pontiac, Jim Wangers, che lavorava per la pubblicità della divisione e l'agenzia di pubbliche relazioni, afferma che John DeLorean, Bill Collins e Russ Gee erano responsabili della creazione del GTO. Ha comportato la trasformazione dell'imminente Pontiac Tempest di seconda generazione (che è ritornato a un motore anteriore convenzionale con configurazione di trasmissione anteriore) in un'auto sportiva, con un più grande 389 cu in (6.4 L) Pontiac V8 dalla Pontiac di dimensioni normali e Catalina e Bonneville al posto dello standard 326 cu in (5,3 L) V8. Promuovendo l'opzione di grossa cilindrata come un modello speciale ad alte prestazioni, potevano fare appello al mercato giovanile velocista (che era stato anche riconosciuto da Lee Iacocca della Ford Motor Company, che all'epoca stava preparando la variante sportiva Ford Mustang di la compatta Ford Falcon di seconda generazione). Il GTO ha ignorato la politica di GM che limita la linea intermedia del corpo A a uno spostamento di motore massimo di 330 cu in (5.4 L). Il general manager di Pontiac Elliot "Pete" Estes ha approvato il nuovo modello, sebbene il direttore commerciale Frank Bridge, che non credeva che avrebbe trovato un mercato, ha insistito per limitare la produzione iniziale a 5.000 automobili.

Pontiac GTO (1964)

Pontiac GTO (1965)

Pontiac GTO (1967)

Pontiac GTO Judge Ram Air (1970)

Pontiac GTO Judge Ram Air (1970)

Pontiac GTO Convertibile (1964)

Pontiac GTO Convertibile (1966)

Pontiac GTO Convertibile (1967)

Pontiac GTO Convertibile (1967)

Pontiac GTO Convertibile (1967)

Pontiac GTO Convertibile (1967)

Pontiac GTO Convertibile (1970)

Pontiac GTO Convertibile (1971)