Alfa Romeo 2600

L'Alfa Romeo 2600 è un'automobile prodotta, in diverse varianti, nello stabilimento del Portello a Milano, tra il 1962 e il 1969. Presentata nel 1961, la 2600 era disponibile nelle versioni berlina, coupé (la Sprint, carrozzata da Bertone) e dal 1962 spider (carrozzata da Touring). Tutte le versioni erano un'evoluzione delle versioni precedenti "2000", dotate di un nuovo motore 6 cilindri di 2.584 cm³ (a due carburatori per la berlina e tre per Sprint e Spider) oltre ad alcune migliorie tecniche. Le 2600 ebbero complessivamente un buon successo commerciale, soprattutto se rapportate agli elevati prezzi di vendita dell'epoca: l'Alfa Romeo aveva deciso di dare priorità allo sviluppo della più piccola Giulia. Nel 1969 venne terminata la produzione e per due anni, fino alla presentazione dell'Alfa Romeo Montreal, non ci furono in catalogo Alfa Romeo autovetture con motorizzazioni di così alta cilindrata e il top di gamma era la 1750. Per rivedere una berlina Alfa Romeo a sei cilindri si dovette attendere il 1979, anno di presentazione dell'Alfa 6. La "2600" in versione "berlina" (serie 106.00) era un'automobile di gran classe, signorile ed elegante capace di ospitare con ogni comfort 6 persone. Ebbe tuttavia un relativo successo commerciale, penalizzata da un lato dall'elevato prezzo di acquisto e dall'altro per lo stile non particolarmente felice della carrozzeria, essendo piuttosto simile alla precedente 2000, di impronta più orientata agli anni cinquanta che non ai ruggenti anni sessanta. Tutto ciò si tradusse in scarse vendite (2038 esemplari) nell'arco di 7 anni (tra il 1962 e il 1969) di produzione. Da un punto di vista motoristico, la berlina era dotata del 6 cilindri bialbero erogante 130cv/Din (148 cv/sae) con una cilindrata di 2584cc che permettevano alla vettura di raggiungere i 175 km/h di velocità massima dichiarati (in realtà la rivista Quattroruote in una prova su strada superò i 183 km/h effettivi) prestazioni di tutto rispetto per una berlina di lusso di quegli anni. La produzione di questa vettura molto ben rifinita non fu brillante, tanto da essere superata nei volumi di vendita sia dalla versione coupé "Sprint" che dalla "Spider". La berlina ebbe inoltre una versione speciale e una versione limousine venne realizzata, in soli 12 esemplari.

Alfa Romeo 2600 Sprint (1966)

Alfa Romeo 2600 Sprint (1963)

Alfa Romeo 2600 Sprint (1965)

Alfa Romeo 2600 Sprint (1963)

Dati Tecnici :

Configurazione :
Carrozzeria : Berlina 4 porte Posizione motore : Anteriore Trazione : Posteriore
Dimensione e Pesi :
Ingombri : Lunghezza 4700 - Larghezza 1700 - Altezza 1400
Interasse : 2720 mm Carreggiata : Anteriore 1400 mm Posteriore 1370 mm Altezza : 120 mm
Posti totali : 06 Massa a vuoto ; 1300 kg:  Serbatoio : 60 litri
Meccanica :
Cilindrata : 2564 cm3 Tipo motore : 6 cilindri in linea 4 tempi
Distribuzione : Bialbero Alimentazione : Due carburatori Solex 32 doppio corpo ad aspirazione invertita
Potenza : 130 cv a 5.900 giri/min con una coppia di 20.5 kgm a 3.400 giri/min
Accensione : Spinterogeno con correttore pneumatico dell'anticipo
Cambio : 5 marce sincronizzate + retromarcia, comando al volante
Frizione : Monodisco a secco con comando idraulico
Impianto elettrico :12 Volt
Telaio :

Corpo vettura : Monoscocca 

Sterzo : a vite globoidale a rullo 
Sospensioni : Anteriori a ruote indipendenti con trapezio oscillante, mollone elicoidale e ammortizzatore idraulico telescopico / posteriore a ponte rigido con mollone elicoidale e ammortizzatore idraulico telescopico.
Freni : Anteriori a disco con comando idraulico / posteriori a disco con comando idraulico dall'autunno del 1964 su tutte servofreno.
Pneumatici : Pirelli Cinturato 165 x 400
Prestazioni :
Velocità : 183 km/h  Accelerazione : 0-100 km/h in 13.2 secondi
Consumi : Extraurbano da 11 a 18 l/100 km Urbano da 18 a 28 l/100 km 

Alfa Romeo 2600 SZ Zagato (1965-1967)

Nel 1965 Zagato presentò una sua interpretazione della 2600, disegnata da Ercole Spada, con una linea aerodinamica che si riconosceva dal frontale dotato di fari a forma ellittica e da un logo della casa particolarmente largo, era distinguibile per le linee particolarmente originali che richiamavano lo stile "Zagato". La 2600 SZ serie "106.12 era dotata di un motore specifico serie "AR 00612" dotato di due carburatori Solex doppio corpo da 44 e potenza di 145 cv. In complesso furono costruiti solo 105 esemplari. I dati di produzione più precisamente furono di 32 esemplari nel 1965, 59 esemplari nel 1966 e 14 vetture prodotte nel 1967.