Audi 100 1978

L'Auto Union Audi 100 è un'autovettura prodotta tra il 1968 ed il 1984, in seguito denominata Audi 100 dal 1985 al 1996. La 100 fu la prima berlina di classe superiore proposta dalla Casa di Ingolstadt nel dopoguerra. Venne prodotta in quattro serie (nelle ultime due anche in versione station wagon), conservando sempre l'impostazione meccanica originaria: trazione anteriore, motore longitudinale, avantreno a ruote indipendenti e retrotreno a ruote interconnesse. Nel 1976 la 100 venne completamente rinnovata. Pur conservando l'impostazione tecnica del modello precedente, la C2 era un'autovettura totalmente nuova. Sempre classica a 3 volumi la linea, ma più moderna e squadrata. Grazie alle maggiori dimensioni esterne la nuova 100, con interni completamente nuovi, era molto più spaziosa. Al momento del debutto la 100 C2 era disponibile, sul mercato italiano, nelle versioni LS, spinta dal 4 cilindri di 1585 cm³ da 85 CV, e GLS, equipaggiata con un 4 cilindri monoalbero in testa di 1984 cm³ da 115 CV. Il cambio era a 4 marce per tutte le versioni. Nel 1977 venne introdotta la 100 5E, con un allestimento più ricco (paraurti interamente metallici, cerchi in lega, sedili in velluto con 4 poggiatesta, alzacristalli elettrici su tutte le porte etc.) e un motore 5 cilindri monoalbero a iniezione di 2144 cm³ da 136 CV. Lo stesso anno venne presentata anche laAvant, ovvero una versione berlina a 5 porte con coda fastback, nelle varianti LS e GLS. Nel 1978 la gamma s'arricchì della versioni 5S, con motore 5 cilindri 2144 cm³ alimentato a carburatore da 115  CV, e 5D, con motore 5 cilindri a gasolio di 1986 cm³ da 70 CV. La prima, che prendeva il posto della versione col 4 cilindri 2 litri, era disponibile solo in versione GL (4 porte o Avant), mentre la seconda era disponibile nelle varianti GL e CD. Nel 1979 si assiste all'unico restyling, che vede aumentare le dimensioni dei fari anteriori (con indicatori di direzione bianchi e non più arancioni) e posteriori, oltre a paraurti e cerchioni modificati. All'interno cambia la distribuzione di strumenti e pulsanti ma nessun stravoglimento. Dal punto di vista tecnico la novità è data dal nuovo 5 cilindri a carburatore di 1921 cm³ da 100 CV, che in Italia viene commercializzato nell'allestimento più ricco prendendo il nome 100 CD 5.