Bmw Z4 M Roadster

La Z3, oramai in listino da diversi anni e non più freschissima, doveva trovare al più presto una sostituta che ne proseguisse il successo e che ne migliorasse ulteriormente le doti di eleganza e di validità tecnica. Fu sostituita dalla Z4, che debuttò al Salone di Parigi per quanto riguardava l'estetica ci si affidò alle mani di Chris Bangle, designer estroso ed assai discusso, il quale modellò una roadster dalle linee curvilinee miste a spigoli, come nella tradizione di questo designer. Per quanto riguardava la meccanica si attinse invece dalle valide motorizzazioni utilizzate prevalentemente sulle BMW Serie 3 e Serie 5 del 2002.All'inizio del 2006 fu lanciata la top di gamma, ossia la Z4 M Roadster, dotata del potente motore da 3246 cm³ della M3 E46, in grado di raggiungere i 343 CV di potenza massima. L'altra grossa novità di quel periodo è stata la Z4 Coupé (sigla di progetto E86), un elegante e filante versione chiusa della Z4, che fino a quel momento era stata prodotta solo come roadster. Con questo modello, mostrato per la prima volta come concept car al salone automobilistico di Francoforte del 2004, la Casa mostrò di voler chiudere con il passato: infatti, rispetto alla sfortunata Z3 Coupé dotata di portellone tipo "hatchback", la Z4 Coupé propone una linea forse meno inconsueta per una coupé, per via del classico lunotto inclinato. La Z4 Coupé fu resa disponibile solo con le due motorizzazioni di punta, vale a dire il 3.0 da 265 CV e la versione M equipaggiata dal 3.2 litri Motorsport da 343 CV. La prima serie della Z4 è stata l'unica ad essere stata proposta anche come coupé. La Z4 si distingue da altri analoghi modelli per la sua quasi perfetta divisione del peso (il 49 percento del peso totale grava sulla parte anteriore della vettura, mentre il 51 percento sulla parte posteriore) qualità che la rende particolarmente agile nell'inserimento in curva e nella guida "sportiva" su percorsi tortuosi. Tale caratteristica vale sia per la versione roadster sia per la coupé. Al successo della versione roadster, forte dei suoi oltre 160 000 esemplari prodotti, si contrappone invece il nuovo insuccesso della versione coupé, prodotta in neppure 18 000 esemplari. Nell'agosto del 2008 le ultime Z4 uscirono dagli stabilimenti di Spartanburg, ma le vendite della Z4 proseguirono fino al mese di febbraio del 2009. A quel punto la Z4 E85, ossia la prima serie, è stata sostituita dalla nuova serie, siglata E89.