Ferrari 512 BB

La serie BB (ritenuta sigla di Berlinetta Boxer) è una vettura supersportiva, il modello di punta della Ferrari nel periodo di produzione, una coupé a 2 posti, con trazione posteriore e motore centrale-posteriore. Venne prodotta dalla Ferrari tra il 1972 e il 1984 in 3 versioni o modelli. La crisi petrolifera esplosa alla fine del '73 portò con sé molti cambiamenti di costume. Le autovetture sportive iniziarono ad essere considerate immorali nel nuovo contesto economico-sociale (qualcuno pensava che fosse necessario addirittura impedirne la produzione) e l'incremento del costo dei carburanti spingeva i costruttori a ridurre i consumi dei loro modelli. Le nuove istanze culturali e politiche portarono, inoltre, una maggior coscienza ambientale ed una più alta consapevolezza delle problematiche dell'inquinamento. Gli Stati Uniti introdussero nel 1974 una severa normativa antinquinamento e per rispettarla molte Case dovettero intervenire pesantemente sui motori. Anche la Ferrari, che aveva nel mercato USA la principale destinazione dei propri prodotti, dovette adeguarsi. La 365 GT/4 BB lasciò il posto alla BB 512, trattandosi dell'evoluzione del modello precedente la 512 BB è molto simile se non pressoché identica nell'estetica e nell'impostazione meccanica. Le modifiche furono introdotte oltre che per ridurre le emissioni, anche per migliorarne la prestazioni e le caratteristiche generali di guida. A livello estetico si notano: la comparsa di un piccolo spoiler, l'allargamento dei parafanghi posteriori, l'adozione di griglie modificate sul cofano motore, la comparsa di due piccole prese d'aria nella parte bassa della fiancata di tipo Naca e l'eliminazione di una coppia di luci posteriori, che scesero da 6 a 4, così come i terminali di scarico scesero da 6 a 4 e le plastiche gialle dei fanali sul cofano anteriore. Queste modifiche oltre che estetiche erano di tipo funzionale. L'allargamento dei parafanghi fu effettuato per ospitare ruote posteriori più larghe per migliorarne la tenuta di strada. L'aumento dei flussi d'aria in uscita dal cofano motore consentiva di raffreddare meglio la meccanica e l'abitacolo della BB. Le prese d'aria Naca sulle fiancate raffreddavano i freni posteriori. La cilindrata crebbe a 4942 cm³, ma la potenza, a causa delle nuove regolazioni, scese a 360  CV a 6800 giri/min. La 512 BB Carburatori anche a fronte di una leggera riduzione della potenza dichiarata, beneficiava dell'incremento della cilindrata e della coppia disponibile, inoltre rappresentava un'evoluzione rispetto al modello precedente sia al cofano posteriore, ora dotato di un maggior numero di sfoghi per l'aria calda prodotta dal motore, che numerose altre migliorie tecniche meno visibili, che contribuirono al successo della vettura. Questo modello dalla ciclistica migliorata e con un propulsore derivato dalle Ferrari di Formula Uno, è considerato il più pregiato dai collezionisti. Alla fine del 1980 l'inasprirsi delle normative sulle emissioni di scarico impose alcune modifiche che provocarono una diminuzione della potenza a 340cv a 6200 giri/min.

Ferrari 512 BB (1977)

Ferrari 512 BB (1978)

Ferrari 512 BB (1979)

Ferrari 512 BBi (1983)

Ferrari 512 BBi (1984)

MOTORE
Cilindrata  4942 cc
Cilindri e disposizione  12 (motore boxer)
Cambio  manuale 5 rapporti
Trazione  posteriore
Potenza Massima  360 cv a 6600 giri/min
Coppia Massima  451 Nm a 4600 giri/min.
  
PRESTAZIONI 
Velocità Massima  286 km/h
Accelerazione da 0 a 100 km/h  5.7 secondi
 
DIMENSIONI E PESO
Lunghezza  4360 mm
Larghezza  1796 mm
Altezza  1120 mm
Passo  2700 mm
Peso a vuoto  1500 kg
 
PNEUMATICI
Anteriori  215/70/15
Posteriori  225/70/15