Honda CRX

La prima versione venne presentata sul mercato interno giapponese nel 1983 come Honda Ballade Sports CR-X. La vettura, a trazione anteriore, era innovativa per gli anni ottanta e derivava dal modello Honda Civic; era equipaggiata di un propulsore con singolo albero a camme e 12 valvole da 1488 cm³ erogante 100 CV a 5.800 giri con un peso di 825 kg. La velocità massima era di 190 km/h. Della CRX venne creata anche una versione preparata dalla Mugen nel 1984. Questo modello era dotato di un nuovo kit aerodinamico, interni sportivi e ogni componente meccanica era stata potenziata fin nei minimi dettagli. La prima serie è restata in produzione sino al 1987, anno in cui ne è stata presentata la seconda con modifiche rilevanti sul frontale con i fari ora a filo della carrozzeria diversamente dalla versione precedente dove erano incassati. Anche la parte posteriore ha subito modifiche importanti, con un rialzamento e con la presenza di uno spoiler. Le misure dell'auto hanno subito un incremento, passando da un passo di 2.200 mm a uno di 2.300 mm; le misure esterne sono ora di 3.755 mm di lunghezza, 1.675 mm di larghezza e 1.270 mm di altezza. Nella versione più sportiva presente sul mercato europeo, montava un sofisticato motore aspirato da 1.6 litri di cilindrata; equipaggiato con 16 valvole a doppio albero a camme, VTEC (fasatura variabile delle valvole brevettata dalla Honda), era capace di erogare potenza di 150 cavalli a 7600 giri. Per il mercato interno venne realizzata una versione con motore potenziato a 160 CV, denominata SiR. L'aerodinamica consentiva al motore di spingerla fino a 227 km/h.

Honda CRX (1990)

Honda CRX-VTEC