Lamborghini Miura.

La Miura è una vettura sportiva prodotta dalla Lamborghini tra il 1966 e il 1973. Al salone di Torino del 1965 La Lamborghini espose un autotelaio in lamiera scatolata denominato TP400 (dalla posizione del motore e dalla sua cilindrata). Vi erano stati installati, con poche modifiche, il motore e le sospensioni che già equipaggiavano la 400 GT. Il progetto era un'iniziativa dei tecnici Gian Paolo Dallara e Paolo Stanzani, i quali, pur consapevoli dell'avversione di Lamborghini per le corse, avevano utilizzato lo schema a motore centrale di alcune automobili da competizione dell'epoca, quali la Ford GT40 o la Ferrari 250 LM. Su queste due vetture il motore era però in posizione longitudinale, mentre quello Lamborghini era montato trasversalmente tra l'abitacolo e l'assale posteriore, soluzione che permise di ridurne considerevolmente l'ingombro. In quel periodo la maggior parte delle Gran Turismo sportive adottavano la configurazione motore anteriore e trazione posteriore. Nuccio Bertone, presente alla rassegna, ne fu affascinato al punto di dichiarare a Lamborghini: “Io sono quello che può fare la scarpa al tuo piede”. Quest’ultimo, anche a fronte del notevole entusiasmo suscitato nella potenziale clientela, si lasciò convincere ad approvare il progetto nonostante il suo scetticismo: “Sarà una buona pubblicità”, dichiarò ai suoi tecnici, “ma non ne venderemo più di 50”. La scelta di Bertone come carrozziere fu determinata anche dal fatto che l’azienda di Grugliasco non aveva rapporti di collaborazione con Ferrari e Maserati, i principali concorrenti di Lamborghini, ma soprattutto dal fallimento alla fine del 1966 della carrozzeria Touring, che aveva disegnato le precedenti 350 e 400 GT. La versione definitiva della Miura, la SV (acronimo di SuperVeloce) arrivò nel Marzo del 1971. La potenza aumentò ancora fino a 385 hp (287 kW). La parte posteriore della carrozzeria fu allargata per consentire l’installazione di pneumatici più larghi e i fari anteriori persero le caratteristiche ciglia. La produzione della SV fu di 150 esemplari. L’ultima Miura costruita, una SV bianca consegnata a Luigi Innocenti (figlio dell'inventore della Lambretta), lasciò la catena di montaggio il 15 gennaio 1973. In totale ne vennero prodotte 764. Fu sostituita dalla Countach solo nel 1974.

MOTORE
Cilindrata  3929 cc
Cilindri e disposizione  V12 60° 24 valvole
Cambio  manuale 
Trazione  posteriore
Potenza Massima  420 cv a 7850 giri/min
Coppia Massima  399 Nm
  
PRESTAZIONI 
Velocità Massima  290 km/h
Accelerazione da 0 a 100 km/h  6.4 secondi
 
DIMENSIONI E PESO
Lunghezza  4390 mm
Larghezza  1780 mm
Altezza  1100 mm
Passo  2504 mm
Peso a vuoto  1245 kg
 
PNEUMATICI
Anteriori  -
Posteriori  -